2 Aprile 2019

Chi siamo

 

Eventi Danza Verona nasce per volontà di Stefania Cantarelli e Giovanni Patti e Monica Bombieri.

Il desiderio comune è quello di portare a Verona un evento di primaria importanza nel panorama nazionale ed internazionale della danza per dare l’opportunità a giovani danzatori di studiare, confrontarsi e apprendere tecnica e capacità da Maestri professionisti di altissimo livello nelle varie discipline della danza.

Breve Curriculum

STEFANIA CANTARELLI

Nasce a Verona dove inizia gli studi di danza classica. Nel 1982 entra a far parte del corpo di ballo della Fondazione Arena di Verona allora “Ente Lirico”, partecipando al Festival Areniano e alle trasferte di Dortmund (Lago dei Cigni) e Vienna (Aida). Nel 1983 danza il ruolo femminile principale in Laudes Evangelii coreo-grafia di G. Carbone. Negli anni seguenti danza ruoli solistici in Sinfonia in RE (Cor. J. Kylian), Giù nel nord (Cor. M. Ek), Giselle, Il Figliol Prodigo, La Monaca di Monza, La Strada (cor. Mario Pistoni), Mario e il Mago (cor. L. Massine). In questi anni lavora come solista anche presso il Teatro Regio di Parma e La Fenice di Venezia. Nel 1986 diventa stabile presso l’Arena di Verona e danza come Prima Ballerina in Concerto Barocco di Balanchine. Sempre come Prima Ballerina, nell’estate 1987, danza in Arena nell’opera Aida e nello Schiaccianoci. Successivamente continua a danzare ruoli solistici come La Strada (cor. M. Pistoni), La Silfide (di P. Lacotte), La Giara (V. Dell’Ara), La Figlia di Iorio (M. Morricone). Nel 1989 viene nominata Solista per meriti artistici. Danzatrice versatile continua a ballare come Solista e spesso come Prima ballerina sia nel repertorio classico che in quello neoclassico e contemporaneo. Da ricordare Morte a Venezia (cor. F. Flynt) in prima mondiale al Teatro Filarmonico di Verona a fianco di R. Nurejev, Giselle (cor. Ripresa da G. Carbone), Catulli Carmina (cor. J. Butler), Romeo e Giulietta (cor. L. Gay), Pulcinella (cor. M. Morricone), L’Anfiparnaso (cor. M. Bigonzetti), Peer Gynt – Rapsody in Blue (J.L. Spinks), Sogno di una notte di mezza estate (A. Mendez), Mascherata Veneziana – La Tempesta (F. Monte-verde), La Signorina maestra e il teppista – Antonio e Cleopatra (L. Bouy), Il Pupazzo di Neve – Miniature – Light Fandango – Romeo e Giulietta – Il Principe Rama – Entre dos Aguas (R. North), Il Cappello a Tre Punte – Romeo e Giulietta (A. Amodio), Schiaccianoci (J. Russillo), Le Silfidi (Fokine), Il Museo dell’Opera (S. Egri), Petrovchka (G. Urbani), il Talismano – La Gitana (P. Chalmer), Sogno Veneto di Shakespeare – La Vedova allegra – Viaggio in Italia – Traviata – Alma Latina (M.G. Garofoli), Coppelia (R. Fascilla), Coppelia, Lago dei Cigni, Giselle, Bella Addormentata, Don Chisciotte, Corsaro (cor. di Repertorio), Spartacus (Y. Vamos), L’Opera da tre soldi (M. Piazza), La Bottega Fantastica (M. Levaggi), Sogno di una notte di mezz’estate (F. Ventriglia). Nell’arco della sua lunga carriera presso l’Arena di Verona, partecipa a tutte le trasferte Nazionali ed Internazionali sia di opere che di balletto per citarne alcune Roma, Bolzano, Bari, Venezia, Torino, Siracusa, Catania, Trieste, Reggio Emilia, Terni… Egitto, Giappone, Argentina, Austria, Germania, Svizzera. Ha lavorato sotto la direzione del Ballo di Carla Fracci, Giuseppe Carbone, Mario Pistoni, Pierre Lacotte, Geremy Leslie, Spinks, Robert North, Roberto Fascilla, Maria Grazia Garofoli e sotto la guida di Maitre de Ballet di fama internazionale quali G. Popescu , T. Granzeva, M. Messerer, S. Messerer,
Vinogradova, Lowsky, Strainer, Damianov, Traiannova, Litvinov, Valcu, Vintyla, Scellino, Balkan, Terasvuori, Besobrasova … Durante il suo percorso artistico si avvicina alla coreografia per il secondo Workshop coreografico promosso dall’Arena di Verona e crea “White Drops”, in seguito “Akta” assolo creato per Alessia Gelmetti, Prima Ballerina dell’Arena di Verona. Collabora con l’Associazione Kairos creando le coreografie di “Gesù figlio dell’uomo” Sacra Rappresentazione andata in scena al Battistero del Duomo di Verona. Sempre per l’Associazione Kairos coreografa il ruolo di Carmen in “Carmen Suite” andato in scena al Teatro Camploy. Stefania Cantarelli firma le Coreografie de “il Volo di Haziel” musica di Roby Facchinetti dei Pooh andato in scena nel giugno del 2014 al Teatro Romano di Verona. Ad oggi l’insegnamento diventa un messaggio di comunicazione di un bagaglio acquisito e soprattutto la ricerca della personalità dell’allievo nella sua totalità, nella profonda convinzione che, pur rispettando canoni estetici e tecnica, la danza è un’arte e tale deve rimanere. Da adolescente si avvicina anche allo studio della Prosa per 5 anni con i Maestri Giulia e Natale Brogi e Nino Cenni. Questo percorso le tornerà utile per L’Opera da Tre Soldi, cor. di M. Piazza, dove artisticamente sarà interprete sia come Ballerina che come Cantante/Attrice. Da tempo si dedica all’Insegnamento ed alla Coreografia e da alcuni anni dà vita insieme a Giovanni Patti ad un binomio Artistico importante. Viene loro chiesto di preparare, formare ed indirizzare Giovani Danzatori che vogliono intraprendere un percorso Artistico Professionale. Alcuni dei Ragazzi da loro seguiti singolarmente, superano selezioni per Accademie o Compagnie. Vengono invitati come giudici nelle commissioni di Concorsi e come Docenti per Masterclass. Sono stati impegnati con il Conservatorio di Verona F. Dall’Abaco per la formazione di “Pianisti al Ballo”. Creano lo Stage Internazionale di Danza Città di Verona, oggi alla 6a edizione, dove invitano Docenti ed Etoile di fama Mondiale. Ed il Concorso Città di Verona, oggi alla 3a edizione. Sono stati i Responsabili Danza di Next Generation-Nuovo Contest Televisivo nel 2014, 2015, 2016 e Membri del Direttivo de “La Fabbrica della Musica”.   L’impegno di Stefania e Giovanni Patti è rivolto ai Giovani Talentuosi che hanno decisione, ardore e amore per la Danza e l’Arte.

GIOVANNI PATTI

Giovanni Patti nasce a Catania dove all’età di tredici anni inizia gli studi di danza classica e spagnola. Viene avviato al professionismo già come Solista presso il Teatro Massimo Bellini della sua città. Nel 1983 entra a far parte del Corpo di ballo dell’Arena di Verona e come Solista e Primo Ballerino danza nelle produzioni: Sinfonia in Re (J. Kylian), Giù nel Nord (M. Ek), Mandarino Meraviglioso e La Strada (M. Pistoni), Untitled (Philobolus), La Renna della Luna (B. Culberg). Dal 1987 ha danzato come Primo Ballerino nelle diverse produzioni di Aida, all’Arena di Verona, con le coreografie di Mario Pistoni, Susanna Egri, Pieter Van dee Sloot e Wladimir Vassiliev; nell’Adriana Lecouvreur (Monti-Barbiè), Carmen (Karpò-Camborio)e al Teatro Filarmonico di Verona La Vedova Allegra (Crivelli-Urbani).   Dal 1992 è Primo Ballerino Stabile ricoprendo i ruoli principali nel Cappello a Tre Punte (coreografia di A. Amodio); Catulli Carmina (cor: J. Buttler); Mascherata Veneziana (cor: F. Monteverde); Spartacus (cor: Y. Vamos); Lo Schiaccianoci (cor: J. Russillo). Il suo percorso artistico prosegue nella metà degli anni 90 con Superstright is Coming Down e Salgari (cor: D. Ezralow), L’Anfiparnaso e Edipo Tiranno (cor: M. Bigonzetti), Cabiria (cor: A. Amodio), La Vedova Allegra (cor: M. Bolognini-Spinks), Sogno di una notte di mezza estate (cor: A. Mendez), Rapsodia in Blu (cor: J.L. Spinks).   Nel 1997, l’Etoile Carla Fracci, allora Direttore del Ballo, lo promuove al massimo Livello Artistico previsto nelle Fondazioni Lirico sinfoniche dopo averlo impegnato nelle produzioni Stravinskjana (G. Paoluzi), Antonio e Cleopatra (L. Bouy), Galà Romantico, La Gitana (P. Chalmer-L. Bouy), La Signorina Maestra e il Teppista (L. Bouy), Il Talismano (P. Chalmer). Di R. North danza Annunciazione, Entre Dos Aguas, Troy Game, Short Cuts, Miniature ecc. prosegue con La Vedova Allegra (Montresor-Buillar) in Arena trasmessa in prima serata su Rai 1 e La tempesta (F. Monteverde) e I due Gentiluomini (S. Giannetti) al Teatro Romano.   Tra le sue interpretazioni sono da ricordare: Caravaggio ed Ibsen per lui creati dal Direttore del Ballo e Coreografo Jeremy-Leslie Spinks, Les Sylphides con la coreografia di Mikail Fokine, i ruoli di Tebaldo e Romeo in Romeo e Giulietta, coreografia di Robert North, il Matto nel balletto La Strada, coreografia di Mario Pistoni; Coppelius e Franz in Coppelia, Hilarion e Albrecht in Giselle, Giuda e Cristo nelle Laudes Evangelii, coreografia di Leonide Massine, Jorgos e Zorba in Zorba il Greco, coreografia di Lorca
Massine, Jardin Aux Lilas, coreografia A. Tudor, Torero Espada, Camacho e Basilio in Don Quixote, nella Bella Addormentata danza in tutti gli spettacoli il doppio ruolo di Carabosse e Blue Bird, Camille e Danilo ne La Vedova Allegra, coreografia M. Grazia Garofoli. Inoltre, è stato protagonista dei balletti Galà d’Autunno, Alma Latina, Viaggio in Italia, C’era una volta…, Sogno Veneto di Shakespeare, Trittico Novecento coreografia M. Grazia Garofoli, La Bottega Fantastica e Drowning by Numbers (cor: M. Levaggi), Romeo e Giulietta (cor: A. Amodio), L’Opera da Tre Soldi (cor: M. Piazza), Apollon Musagete(cor: R. Zanella).   Nel dicembre 2007 è unico interprete di “Jago, l’Onesta Poesia di un Inganno”, una nuova commissione della Fondazione Arena, con coreografia di Francesco Ventriglia e musica di Francesco Antonioni.   Incontri fondamentali e particolarmente significativi per importanza artistica sono stati con i coreografi Birgitt Cullberg, Mats Ek, Amedeo Amodio, John Butler, Yuri Vamos, Daniel Ezralow, Mauro Bigonzetti, Fabrizio Monteverde, Matteo Levaggi e Francesco Ventriglia; Ha danzato con Luciana Savignano, Anna Razzi, Carla Fracci, Rudolf Nureyev, Marco Pierin, Oriella Dorella, Raffaele Paganini, Viviana Durante, Renata Calderini, Giuseppe Picone, Roberto Bolle, Vladimir Malakhov, Irek Mukamedov, Gregor Hatala, Yelena Pankova, Josè Manuel Careno, Gillian Murphy, Ethan Stiefel, Irina Dovorenko etc.   Nel 1999 è stato insignito del Premio Positano “Léonide Massine”.   Nel 2001 è stato Assistente alla Direzione del Ballo presso la Fondazione Arena.   Da tempo si dedica all’Insegnamento e da alcuni anni dà vita insieme a Stefania Cantarelli ad un binomio Artistico importante. Viene loro chiesto di pre-parare, formare ed indirizzare giovani Danzatori che vogliono intraprendere un percorso Artistico Professionale. Alcuni dei ragazzi da loro seguiti singolarmente, superano selezioni per Accademie o Compagnie. Vengono invitati come giudici nelle commissioni di Concorsi e come Docenti per Masterclass. Sono stati impegnati con il Conservatorio di Verona F. Dall’Abaco per la formazione di “Pianisti al Ballo”. Creano lo Stage Internazionale di Danza Città di Verona oggi alla 6a edizione, dove invitano Docenti ed Etoile di fama Mondiale. Il Concorso Città di Verona oggi alla 3a edizione. Sono stati i Responsabili Danza di Next GenerationNuovo Contest Televisivo nel 2014, 2015, 2016 e Membri del Direttivo de “La Fabbrica della Musica”. L’ impegno di Giovanni e Stefania Cantarelli è rivolto ai Giovani Talentuosi che hanno decisione, ardore e amore per la Danza e l’Arte.